Sala C. (SA) – Operazione dei Carabinieri contro lo sfruttamento della prostituzione. 13 arresti

Sgominata dai Carabinieri un’organizzazione che gestiva un giro di prostituzione con base nel Vallo di Diano e ramificazioni nelle province di Potenza e Cosenza e in Abruzzo. I Carabinieri di Polla e della compagnia di Sala Consilina a conclusione di indagini avviate nel mese di ottobre del 2008, oggi hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 10 persone, ai domiciliari nei confronti di altre tre, invece altre sei persone hanno l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ed un’altra, la 20esima, il divieto di esercitare l’attività di albergatore. E’ coinvolto anche un hotel di Polla, dove avvenivano gli incontri, e che è stato chiuso per la durata di 4 mesi su disposizione del Gip del Tribunale di Sala Consilina che ha firmato le ordinanze. Oltre che nella struttura alberghiera gli incontri avvenivano in case di appuntamento scoperte a Polla, Sala Consilina, San Pietro al Tanagro, Caggiano, Buonabitacolo e a Battipaglia. Ventisei in tutto le persone indagate per associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. Le ragazze costrette a prostituirsi erano una decina provenienti dalla Romania, Ucraina e Bulgaria; coinvolta anche una donna del Vallo di Diano. L’organizzazione che era capeggiata da un uomo di 51 anni di Sala Consilina, aveva stabilito delle tariffe che variavano dai 30 ai 200 euro a seconda del cliente. In un caso un cliente ha pagato la prestazione con 5 litri di olio di oliva. Nel corso dell’operazione denominata “Erice” i Carabinieri hanno eseguito intercettazioni telefoniche e video riprese e all’alba di oggi hanno eseguito 26 perquisizioni domiciliari. Al momento risultano irreperibili tre cittadini bulgari destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Lascia un Commento