Sala C. (SA) – Omicidio Di Gloria. Procuratore, c’è ammissione

Il fermo di Giuseppe Petrillo, il 32enne di Polla, accusato dell’omicidio del pensionato Nicola Di Gloria, è supportato, secondo il procuratore capo della Repubblica di Sala Consilina Amato Barile, non solo dagli indizi raccolti ma sopratutto da una parziale ammissione dello stesso Petrillo. Questa mattina si è svolta una conferenza stampa nel corso della quale il procuratore, sia pure con il riserbo dovuto alle indagini in corso, ha sottolineato il valore probatorio dell’ammissione di colpa da parte di Petrillo. Oggi si è svolta anche l’udienza di convalida del fermo davanti al Gip Luciano Di Transo. La decisione dovrebbe conoscersi nella giornata di domani. Nicola Di Gloria, 61 anni, ex dipendente ASl, fu ucciso nella notte tra il 7 e l’8 maggio dello scorso anno. Per l’omicidio è stato fermato Giuseppe Petrillo. Il movente, secondo i primi elementi emersi dalle indagini, dovrebbe essere di natura passionale.

Lascia un Commento