Sala C. – Chiusura tribunale, si attendono notizie da Roma. In preparazione nuove forme di lotta

Al presidio di protesta davanti al Palazzo di Giustizia di Sala Consilina si attendono ancora notizie certe da Roma, sull’esito del tavolo tecnico di ieri sera fra il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, i due sottosegretari alla Giustizia Giuseppe Berretta e Cosimo Ferri, i tecnici del Ministero e il capo dipartimento del Ministero di Giustizia Luigi Birritteri.
Si spera in un decreto correttivo che possa scongiurare in extremis la chiusura del Tribunale, ma intanto per la giornata del 14 settembre, giorno in cui diventa operativo il trasferimento, è stato convocato un consiglio Comunale in sessione straordinaria, urgente e in seduta pubblica, alle 8, nel piazzale antistante il Palazzo di Giustizia di Sala Consilina, in via Tressanti.
Per domani pomeriggio invece tutte le associazioni di categoria ed i comitati di lotta cittadini si riuniranno con gli amministratori comunali, alle 15.30, al Palazzo del Comune, per definire insieme ulteriori iniziative d protesta contro la chiusura e il trasferimento a partire dal 14 settembre del Tribunale a Lagonegro. Tra le iniziative si pensa ad una serrata di tutte le attività economiche a Sala Consilina e in tutto il Vallo di Diano.

Lascia un Commento