S come Salerno: Processione di S. Matteo per De Luca e’ il momento del silenzio

Contrito, quasi sofferente e sorprendentemente dai toni bassi, l'intervento del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, ospite di S COME SALERNO trasmissione di RADIO ALFA in onda ogni martedì alle 12,45. O almeno quando, ad inizio trasmissione, affronta lo spinoso tema della processione di S.Matteo e di quanto avvenuto domenica pomeriggio tra la rivolta dei portatori delle statue dei Santi, i fischi al Vescovo Moretti e i cori da stadio della gente.
"Mi chiedo se con la pesantezza della vita, era proprio necessario tutto questo?" Così inizia De Luca rispondendo alle molteplici domande degli ascoltatori giunte, su questo argomento, alla segreteria telefonica dedicata che risponde al numero verde 800.58.73.33.
Dichiarando di aver poco da dire sulla questione perchè non presente alla Processione (e svicola piu' volte alla domanda sul perchè della sua assenza, n.d.r.) Vincenzo de Luca riassume la vicenda partendo dalla decisione del Vescovo Moretti, aderendo ad una direttiva della CEI, di predisporre una festa più intima e sobria e non popolare. "Noi abbiamo rispettato la decisione della Curia che ha la responsabilità della manifestazione". Il momento di tensione secondo De Luca sarebbe nata dalla decisione (…De Luca sostiene di "non sapere" chi ha preso questa decisione n.d.r.) di far partire le statue dal cortile e non dall'interno del Duomo. "Questo è tutto, non c'è da fare delle dietrologie, non ho lo stato d'animo di rispondere a tutte le sciocchezze". Questa è l'affermazione netta del sindaco all'ipotesi di una "regia unica" avanzata da molti in riferimemento alle proteste. Il sindaco conclude che è il momento di fare silenzio su questo argomento e in "unità" fare una serie riflessione sulle scelte e su quanto accaduto. Sulla vicenda degli inchini, il sindaco non ha dubbi che anche in questo caso dietro il paragone tra gli "inchini" di Salerno e quelli ai malavitosi in Calabria e Sicilia, ci siano persone "indegne" che non perdono l'occasione per offendere la città.
Nel corso della trasmissione De Luca torna anche sulle candidature provinciali ironizzando sulla presenza di Giovanni Romano. "Sindaco, assessore regionale e ora candidato alla Provincia. Se c'è un posto per fare il tappo della Coca Cola, candidano questo! Paese bizzarro il nostro"

Oltre a quelle riferite a S.Matteo, al sindaco De Luca sono state girate anche altre due domande degli ascoltatori registrate alla segreteria verde e gratuita 800.58.73.33       

Vincenzo da Salerno ha chiesto: "Vorrei sapere che cosa ne è stato del progetto degli edifici Mondo, quello vincitore del Concorso di Idee degli anni '90 di Segima Inicizawa e se è possibile candidarlo ai Fondi alla Programmazione Europea del 2014-2020"

Claudio ha posto la seguente domanda.

"Volevo fare una domanda al sindaco De Luca per quanto riguarda il controllo dei Parchi Arbostella e Mercatello dove imperversano bici, gente che gioca a pallone, cani senza guinzaglio, senza alcun controllo della polizia municipale anzi… quando viene fatto loro presente, fanno finta di non sentire e lo stesso vale per i parcheggi selvaggi davanti al Caffè Verdi e anche alla rotatoria ora che hanno aperto la gelateria… a volte è impossibile addirittura percorrerla con la macchina"

Il sindaco De Luca risponderà alle vostre domande martedì porossimo in diretta su RADIO ALFA
registrate le domande alla segreteria del numero verde gratuito 800.58.73.33

 

Lascia un Commento