S COME SALERNO – Piazza della Libertà, il comune parte lesa. La perizia ci aiuta. Lo dice De Luca

"Il Comune di Salerno è parte lesa, quindi se la perizia della Procura conferma che ci sono degli errori, ci aiuta". Lo dichiara il sindaco di Salerno, Viceministro Vincenzo De Luca, nel corso dell’appuntamento settimanale con S Come Salerno, in onda ogni giovedì alle 12,45 su RADIO ALFA. Il riferimento è alla situazione di Piazza della Libertà. Nei giorni scorsi sono emerse delle indiscrezioni sulla perizia tecnica effettuata dal perito incaricato dalla Procura in riferimento al cedimento avvento a luglio dello scorso anno nella parte centrale della Piazza. Il chiarimento è d’obbligo secondo il primo cittadino che ribadisce come il Comune abbia interesse a trovare i responsabili. "C’è stato un errore tecnico e il comune ha in realtà già pensato a modificare il progetto e la prossima settimana sarà presentato allo studio di progettazione e all’impresa che dovranno realizzarlo in danno (ovvero a loro spese)".
I costi del nuovo progetto, o meglio della modifica ipotizzata dagli uffici tecnici del comune con l’allargamento della base d’appoggio del solaio, variano tra il milione e 200mila e il milione e 300 mila euro. "Una spesa fattibile", sostiene il sindaco che ammette la possibilità che il comune potrebbe essere costretto ad anticipare la somma per accelerare i tempi di realizzazione dell’opera. De Luca si dice comunque amareggiato per quanto accaduto. L’intenzione era quella di avere, se non tutta l’opera, ma almeno i 700 posti auto pronti per S.Matteo e invece sarà necessario aspettare ancora. "C’è da mangiarsi il fegato!" afferma il sindaco che poi, nel corso della trasmissione, si sofferma anche sull’inaugurazione prevista per oggi pomeriggio, alle 19, della parte relativa agli archivi della nuova Cittadella Giudiziaria. "Il valore di quel che consegnamo oggi, dice De Luca, è simbolico ma enorme. Vogliamo far capire alla città che l’opera si completerà, così come abbiamo fatto per la Metropolitana".
I problemi sono sempre legati ai tempi. "Ora dobbiamo ingaggiare una battaglia con il Ministero della Giustizia. Siamo in attesa da mesi di una risposta per i finanziamenti per un progetto di sicurezza interna alla Cittadella". E in risposta ad alcuni avvocati che nei giorni scorsi sottolineavano che non è stato effettuato il collaudo dell’opera (dunque è di fatto impossibile pensare di far entrare il personale) De Luca risponde che per ottenere un collaudo parziale ci vogliono 48 ore ma al di là di questo non si pensi che da domani verranno spostate le suppellettili, i documenti e dunque il personale. L’opera sarà consegnata ufficialmente all’autorità giudiziaria e poi si procederà al trasferimento.
Nel corso della puntata di oggi, De Luca ha anche commentato il videomessaggio di Berlusconi ("E’ l’inizio della fine del Governo Letta", ha detto in sintesi) e altre opere previste in città come il restyling dello Stadio Vestuti ("Un parco urbano al centro del rione studiato per dare nuovi spazi, per trovare una location per il mercatino e contestualmente salvaguardando la memoria della vecchia curva Sud").

Ascolta la puntata in podcast 

Lascia un Commento