S come Salerno: Per De Luca la legge elettorale è il miracolo di Renzi

La proposta di modifica della legge elettorale, l'Italicum, come studiata dal segretario del Pd, è per il sindaco di Salerno De Luca una "proposta eccellente". De Luca, ospite come ogni settimana in S come Salerno, in onda ogni giovedì alle 12,45, dice di piu'. La legge elettorale è "il miracolo di Renzi". De Luca nel corso della trasmissione, illustra i dettagli della legge nel particolare sottolineando soprattutto che la persistenza dei "partiti" rappresenta ad oggi solo un modo per "pompare" soldi pubblici. Ottima anche la soluzione del ballottaggio nel caso in cui non si raggiunga il premio di maggioranza al 35%. Questione preferenze. Per De luca il punto non è decisivo, perchè soprattutto al Sud, come sostiene il sindaco di Salerno, il cittadino solo apparentemente ha potere di scelta. La preferenza è usata come voto di scambio, come strada per lo spostamento di poteri alla camorra. De Luca ricorda anche che sarà necessaria una modifica della Costituzione per la parte successiva della proposta, ovvero l'abolizione del Senato, così come oggi concepito e delle Province. 
Nel corso della trasmissione, De Luca fa anche il punto sulla Metropolitana e in particolare commenta con grande soddisfazione la proposta presentata ieri da Legambiente sulla Metropolitana provinciale (e lo fa facendo riferimento ad una lettera della signora Luisa, pendolare di Eboli costretta ad un incubo quotidiano). Per De Luca, il vero problema sono i finanziamenti. Al momento si sta lavorando attraverso un emendamento alla legge di stabilità per trovare i soldi, in via definitiva, per la prosecuzione dell'attuale servizio della metro.
Tra gli argomenti anche il maltempo e le mareggiate che hanno colpito la città di Salerno con i lavori di riqualificazione che, come dice De Luca, serviranno proprio ad evitare scenari visti nelle ultime ore. Intanto questa mattina è stato presentato un emendamento, attraverso Bonavitacola, per dare sicurezza ai balneatori sugli investimenti futuri. Attraverso l'emendamento presentato oggi, come sostiene De Luca, i gestori degli stabilimenti balneari potranno stare tranquilli a proposito delle concessioni demaniali, almeno fino al 2020.

Ascolta la puntata in podcast

Lascia un Commento