S COME SALERNO – Luci d’Artista, Bruxelles chiede un gemellaggio. Si lavora in anticipo all’evento

Siamo a Pasqua, ma nelle stanze del Comune di Salerno di lavora alacremente all’organizzazione di Luci d’Artista 2013 che notoriamente ha luogo nel periodo a cavallo tra la fine dell’anno e l’inizio del nuovo. Qualche chicca arriva direttamente dal sindaco De Luca nel corso di S Come Salerno, in onda su Radio Alfa alle 12,45 di ogni giovedì.
"Abbiamo avuto la richiesta da parte di Bruxelles a fare un gemellaggio in quel periodo" annuncia il sindaco. Dunque la notorietà della mostra di arte luminosa che da anni attira migliaia di persone a Salerno ha travalicato i confini nazionali approdando in Europa ma non solo. E’ ancora una volta De Luca ad annunciare che recentemente è arrivata al comune la notizia, attraverso una delle società armatrici che approdano con le loro crociere nello scalo salernitano, di una richiesta da tour operator di Miami di fare scalo a Salerno anche nel periodo invernale per far ammirare le luci ai turisti americani. Restano ancora da risolvere tutti i problemi di viabilità che nella passata edizione hanno creato non pochi problemi soprattutto ai residenti.
"Faremo un ingresso regolamentato dei pullman in città. Faremo una prenotazione in tempo in modo da contingentare. Decideremo che devono entrarne 300 o 400 e li parcheggeremo allo stadio Arechi o in via Ligea. Le navette invece saranno utilizzate per lo spostamento dei turisti verso il centro". L’argomento è stato trattato nell’ambito degli incontri che il sindaco ha avuto nei giorni scorsi con i commercianti del centro storico. Nella puntata di oggi il sindaco ha anche trattato il tema della sicurezza ribadendo il suo assenso alle parole del procuratore Roberti. Alcuni quartieri della città di Salerno sono abbandonati dallo Stato.
E alla domanda: "Sindaco c’è preoccupazione sul futuro. lei riesce a dormire la notte?". La risposta è stata netta: "No non riesco spesso a dormire. Mi dispiace dirlo ma credo che entro due anni in Italia avremo solo due generi di persone alla guida del paese: o dei delinquenti o delle persone che non si prenderanno la responsabilità nemmeno di una firma".

Ascolta la puntata in Podcast

Lascia un Commento