S COME SALERNO – Incompatibilità. Ritardo nelle deleghe perchè do fastidio. Le parole di De Luca

Si conferma tagliente come sempre, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, che in occasione della prima puntata della nuova stagione di S come Salerno (ogni giovedì su Radio Alfa alle 12,45) attacca a testa bassa chi mette voce sul "tema incompatibilità" che lo riguarda da vicino e su cui si affollano le polemiche anche interne al PD.
"Noi stiamo rispettando la legge" insiste De Luca appellando "gli altri", chi fa polemica o annuncia chi chiedere l’intervento della Procura come "cialtroni". Ce n’è per tutti e anche per il Ministero dei Trasporti. Perchè non ha ricevuto ancora le deleghe? "Il Ministero è spaccato. Il Pdl vuole fare tutto da solo (riferimento a Lupi?). C’è uno scontro interno, ripete De Luca, sottolineando che affidandogli l’incarico, qualcuno evidentemente pensava che lui andasse lì a fare il subalterno, e ripetendo con forza "io non faccio il subalterno a nessuno, altrimenti… amici come prima". E alla domanda se a Roma la sua presenza e il suo essere fattivo ha dato fastidio a qualcuno, arriva secca la risposta "è la verità".
Nella puntata di oggi non sono mancati altri temi più vicini alla realtà salernitana. In primis la metropolitana la cui attivazione a novembre, De Luca definisce "un risultato storico" per Salerno e ottenuto nonostante i molteplici "schiattamuorti" presenti in città (un riferimento folkloristico che De Luca ripete anche parlando delle opere per San Matteo). I lavori nelle stazioni sono a buon punto e in alcuni casi tutta l’area circostante sarà abbellita e si arricchirà di ulteriori opere come nel caso della stazione di via Pietro del Pezzo, in questo caso tutta la viabilità sarà rifatta, o quella di Arbostella in cui invece sarà abbellita la villa comunale.
Le stazione, la cui gestione sarà affidata a F.S., avranno tutte un custode e una rete di videosorveglianza per evitare atti di vandalismo. Sarà messa in campo un’adeguata campagna di informazione per gli orari e la bigliettazione. Da novembre, insomma, cambierà la vita dei salernitani. "La Metro potrà garantire la certezza dell’orario delle corse, cosa che oggi non può fare il trasporto pubblico" riflette il sindaco che annuncia anche un’altra novità: il giorno dell’inaugurazione della prima corsa, i viaggi saranno gratuiti per far conoscere il servizi a tutti i cittadini. "Basterà salirci sopra, aggiunge il sindaco, vedrete che miracolo!". Sul giorno del taglio del nastro ancora non ci sono certezze. "Sarà in occasione di Luci d’Artista e dunque nella prima settimana di novembre". Il comune sta pensando già alla data. Negli anni passati le luci sono state accese il primo sabato di novembre che però quest’anno è il 2, ricorrenza in cui si ricordano i defunti, e dunque si farà di tutto per anticipare l’accensione al giorni precedente, venerdì 1 novembre e forse anche in quella stessa data avremo il primo viaggio dello metro.
In riferimento alle altre opere che saranno o completate o iniziate in occasione di San Matteo, De Luca si esprime con la massima soddisfazione accennando che sarà una corsa ad ostacoli per fare tutto in tempo. "L’Italia è un paese strano. Ci sarà la crisi o la fame ma le aziende ad agosto sono tutte chiuse e devi aspettare settembre per ordinare anche una panchina, ma ce la faremo… nonostante gli schiattamuorti".

Ascolta la puntata in podcast

Lascia un Commento