S Come Salerno – Entro fine mese pronto il consolidamento di Piazza della Libertà

Certo, Piazza della Libertà con i suoi 700 posti auto (a pagamento) e una 50ina di attività commerciali avrebbe fatto comodo all'immagine e alle casse del comune di Salerno in questo periodo di sovraffollamento e di presenze turistiche per Luci d'Artista ma bisognerà aspettare almeno un anno. I costanti stop, ricorsi, sequestri e dissequestri hanno ritardato l'opera il cui cantiere al momento è interamente sequestrato per ordine del GIP. Una decisione che risponde, secondo il sindaco di Salerno, de Luca, intervenuto a S come Salerno in onda su Radio Alfa come ogni giovedì alle 12,45, alla necessità di garantire incolumità ai cittadini e agli operai del cantiere. Cantiere bloccato in attesa del progetto di consolidamento della Piazza e che è a carico della Lotti di Roma. I tempi sarebbero però maturi. De Luca ha annunciato che entro il mese di dicembre il progetto sarà nelle mani dei tecnici del comune e una volta approvati, il cantiere potrà essere dissequestrato e i lavori ricominciare. 
L'anno prossimo, certamente la città potrà vantare anche la nuova opera che consentirà un sollievo per chi deve parcheggiare. Non a caso, De Luca ricorda che i disagi sono normali quando in una città di 150 mila abitanti arrivano 30mila persone in neanche due ore.
Nel corso della trasmissione il sindaco ha commentato (non senza una certa ironia) il decalogo del "buon dipendente comunale" approvato con il placet dei sindacati nella giornata di ieri. Serio De Luca nel ricordare la "giustezza" della norma che stabilisce il divieto di accettare regali che abbiano un valore superiore ai 150 euro, più divertito nell'ammettere che bisogna modificare il decalogo visto che non contiene norme sull'abbigliamento ("c'è ancora qualcuno che d'estate arriva in bermuda e ha i capelli lunghi fino in vita, una criniera", ridacchia il sindaco). Molto serio quando poi ringrazia tutti i dipendenti comunali perchè i risultati raggiunti da Salerno sono dovuti anche alla dedizione e al lavoro di tutti (una menzione a parte per il super lavoro di questi giorni per i Vigili Urbani).
Ma cosa aspetta De Luca di trovare sotto l'albero? E qui il sindaco smette i panni da sindaco parlando di serenità per i propri cari e per gli amici, sottolineando che si corre troppo dietro al potere, "solo una palla". Conta tutto il resto. 
Per la città di Salerno, De Luca si attende un 2014 di svolta. E promette che lo sarà, un coronamento a tutti i progetti di trasformazione urbanistica in corso, e un inizio per molti altri che saranno presentati nel corso di una prossima conferenza stampa. Un anno incredibile per una città unica
.

Ascolta la puntata in podcast

Lascia un Commento