S come Salerno: De Luca contro la Regione non una questione politica ma di merito

Non è una questione politica ma di merito. Risponde cosi' il sindaco di Salerno De Luca ospite come ogni giovedì di S come Salerno in onda su RADIO ALFA alle 12,45 alla domanda diretta se la sua "sfida alla Regione" è da intendere come l'inizio della campagna elettorale per la prima poltrona della Regione. Anzi De Luca aggiunge un "chi se ne frega" anche se poi, riferendosi alla "regione truffa" (epiteto che ripete spesso) si augura che i cittadini salernitani di qualunque bandiera politica facciano esplodere un movimento di indignazione contro la Regione Campania (e aggiunge che si comporta con la logica dei "magliari"). "Io faccio polemiche sui fatti quando ci sono", aggiunge De Luca sottolineando che la questione della candidatura alla Regione non si pone. "A me interessano i risultati concreti nell'interesse di Salerno e della Campania, delle bandiere politiche non me ne frega niente" dice ancora.    
E De Luca risponde con toni alti anche alle polemiche di chi sostiene scorretto l'uso del simbolo ufficiale del comune di Salerno sui manifesti (che presto saranno affissi anche in città) comparsi ieri alle spalle di De Luca nel corso della conferenza stampa sui Fondi UE, su cui c'è scritto "Regione Truffa". E risponde definendo le polemiche come delle "idiozie" perchè il problema riguarda il comune di Salerno e non la "casa di De Luca", la città e non Vincenzo De Luca, quindi le proteste hanno una specifica firma che è proprio quella dell'Amministrazione Comunale. L'opinione è dell'Amministrazione e non di Vincenzo De Luca.
De Luca poi ricorda anche che i soldi per la Metro di Salerno stanno per finire e se non viene rispettata la precedente delibera regionale e la Metro salernitana venga inserita nel sistema della metropolitana regionale come per quella di Napoli. Se cosi' non sarà dal prossimo mese la metropolitana di Salerno si fermerà ("e sarà un altro motivo per mandarli a casa"… aggiunge De Luca che insiste pure nel dire che l'atteggiamento della Regione è un puro ricatto verso un comune efficiente come quello di Salerno dove non si puo' agire come politicanti).
De Luca torna poi a colpire la regione Campania anche in riferimento al Teatro Verdi ricordando che da Napoli non è arrivato neanche un centesimo per sostenere il Massimo cittadino e che la stagione lirica graverà interamente sul bilancio del comune (i costi sono di circa 3 milioni di euro anche se De Luca risponde ironicamente sostenendo di non ricordare la cifra anzi di non volerla ricordare …per evitare "intossicazioni")

Ascolta la puntata in podcast

 

Lascia un Commento