S COME SALERNO – Contatti diretti con l’UE per dimezzare i tempi e avere più fondi

La città di Salerno è candidata ad entrare nell’elenco delle 20 città che hanno ottenuto le migliori performance nell’utilizzo dei fondi EU. Al di là dell’ovvia soddisfazione, un tale riconoscimento avrebbe una conseguenza nei fatti concreta per la città. Entrare in questa sorta di classifica, significa avere un contatto diretto con Bruxelles senza alcuna mediazione della Regione, spesso additata da Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno e vice ministro, come una palude, una botola senza fondo in cui i finanziamenti arrivati dall’Europa il più delle volte si perdono negli infiniti rivoli della burocrazia. 
L’argomento è stato al centro della trasmissione di S Come Salerno, in onda ogni giovedì alle 12,45, su Radio Alfa con ospite il sindaco vice ministro. De Luca ha ricordato che a fine dello scorso anno se n’è parlato nel corso di un incontro proprio a Bruxelles in cui è nato il proposito di avanzare la candidatura di Salerno. Il modello Salerno a cui De Luca ha fatto più volte riferimento nel corso anche delle ultime puntate di S Come Salerno: un’azione amministrativa rapida e concreta che non si perda nel pantano romano ma che porti a soluzioni immediate di alcuni problemi che ostacolano la ripresa anche economica e dello sviluppo.

 Ascolta la puntata in Podcast     

Lascia un Commento