Roma – Spending Review: Crasto, su giudici di pace grave errore

"Il governo Monti ha incluso la soppressione delle sedi dei giudici di pace non circondariali nel progetto di ‘Spending review’, arriva la dura replica dell’Associazione Nazionale Giudici di Pace. “A nostro avviso si tratta di un errore molto grave. La decisione è stata presa senza neppure consultarci e non è rispettosa dei criteri previsti dalla L. 148/11 – ha dichiarato Vincenzo Crasto presidente dell’Associazione Nazionale Giudici di Pace – Il provvedimento è inoltre stato criticato aspramente anche dall’avvocatura che ha proclamato uno sciopero bianco dal 15 maggio al 16 giugno – continua il presidente Crasto. "Il taglio indiscriminato dell’80% delle sedi rischia di paralizzare l’intera giustizia italiana e per risparmiare 28 milioni di euro si rischia di far avverare la previsione del ministero dell’Economia secondo cui l’Italia potrebbe arrivare a spendere 500 milioni di euro per l’eccessiva lunghezza dei procedimenti ai sensi della cosiddetta legge Pinto. "Chiediamo di avviare un serio confronto per modificare l’annunciata revisione della geografia giudiziaria, che coinvolga anche l’avvocatura", conclude Crasto.

Lascia un Commento