ROMA – Per il Sottosegretario Mantovano, Vassallo conosceva il suo Killer

Il sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, conosceva probabilmente il suo assassino. A dirlo è il sottosegretario del ministero dell’Interno, Alfredo Mantovano, nel corso della sua informativa alla Camera dei deputati sull’omicidio del primo cittadino del piccolo comune cilentano. Il sottosegretario, nel manifestare il sostegno del Viminale ai magistrati che stanno lavorando su ciò che egli stesso ha definito un fatto terribile, di una gravità eccezionale, ha poi sottolineato anche che il Governo segue con attenzione sia lo sviluppo delle indagini sia il contesto nel quale l’omicidio è stato realizzato, ed è pronto a prendere interventi ulteriori se gli esiti investigativi e l’esame di quella realtà dovessero renderli necessari. Sempre Mantovano ha anche ribadito che, fino alla tragica uccisione di Vassallo, non erano mai state prese in considerazione misure di tutela per il sindaco in quanto “non risultano pregressi episodi di minacce” nei suoi confronti, né lo stesso Vassallo aveva presentato denunce o formulato timori per la propria personale incolumità.

 

 

Lascia un Commento