ROMA – Pansa, 62enne ebolitano, è il nuovo capo della Polizia

E’ originario di Eboli dov’è nato 62 anni fa, il nuovo capo della polizia Alessandro Pansa. Pansa, sposato e con due figli, ha passato anni importanti della sua carriera al Servizio centrale operativo insieme ai suoi due predecessori al vertice del Dipartimento di Pubblica sicurezza, Antonio Manganelli e Gianni De Gennaro. Gli inizi in Calabria, sia nel settore del contrasto alla criminalità organizzata che al terrorismo. A Roma dal 1982, ha lavorato prima alla squadra narcotici della questura e, poi, presso il centro interprovinciale Criminalpol Lazio-Umbria. Trasferito presso la direzione centrale della polizia criminale nel 1985, Pansa ha contribuito alla costituzione del Servizio centrale operativo. Ha condotto indagini contro le organizzazioni mafiose che hanno portato alla cattura di latitanti come Nitto Santapaola. Nel giugno del 2000 è stato nominato prefetto. Nel 2003 é diventato direttore centrale dell’immigrazione e della polizia delle frontiere. Due anni dopo la promozione a vicecapo della polizia. Nuovo cambio nel 2007, quando viene nominato prefetto di Napoli. Nel 2010 é diventato capo Dipartimento per gli affari interni e territoriali, incarico che ha mantenuto fino ad oggi

Lascia un Commento