ROMA – Il TAR del Lazio ha sospeso il decreto che aumenta i pedaggi autostradali

Il Tar del Lazio ha sospeso il decreto che dispone l’aumento dei pedaggi autostradali, fino al 25%, previsti nella manovra del governo. Il Tribunale amministrativo ha accolto i ricorsi sostenendo che al pagamento deve corrispondere un servizio, e dunque l’utilizzo di un’infrastruttura, e non può trattarsi di una mera tassa. In particolare, nell’ordinanza si spiega che «il provvedimento impugnato per essere coerente con la finalità» di circolazione stradale alternativa a quella a pedaggio «deve assumere il carattere di corrispettivo per l’utilizzo di una infrastruttura e non quello di misura fiscale. Il Tar ha quindi accolto la richiesta di sospensiva considerato tra l’altro che il decreto impugnato sembra addirittura prescindere dalla regola comunitaria che impone il pagamento di una somma di denaro basata, anche, sulla distanza percorsa

Lascia un Commento