ROMA – Il figlio del lucano Antonio Fortunato accarezza la bara del padre

L’immagine che più di ogni altra colpisce e che rimarrà scolpita nel ricordo dei funerali dei sei militari caduti a Kabul, è sicuramente quella del piccolo Martin, il figlio di sette anni del tenente Antonio Fortunato che durante la cerimonia ha prima accarezzato la foto del papà morto e poi la bandiera italiana, e dopo aver rivolto uno sguardo al basco amaranto appoggiato sul cuscino rosso è corso tra le braccia della mamma. Quando le bare sono entrate nella basilica di San Paolo fuori le mura, Martin si è alzato dalla sedia dove erano stati sistemati alcuni dei familiari delle sei vittime e passando davanti alle più alte cariche dello stato si è diretto verso la bara del papà. Un gesto del piccolo che ha commosso molti. Per la cerimonia funebre dei sei parà uccisi nell’attentato in Afghanistan è stato scelto il brano del Vangelo di Matteo, in cui Gesù parla del perdono. Oggi ricorre infatti la festività di San Matteo.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento