ROMA – Giustizia, Tagli 280 uffici giudiziari, stop all’intesa e slitta l’esame

Non c’é ancora intesa tra Governo e maggioranza sulla questione della revisione delle circoscrizioni giudiziarie, un tema molto sentito in provincia di Salerno per l’annunciata soppressione o accorpamento del Tribunale di Sala Consilina e della sezione staccata di Eboli del Tribunale di Salerno, ma anche nella vicina Basilicata per il rischio che corre anche il tribunale di Lagonegro. In tutta la Penisola sono più di 280 uffici giudiziari, tra tribunali, procure, e sezioni distaccate, che potrebbero essere tagliati. Su questi numero non c’è un’intesa anche se ora spunta una nuova proposta sulla quale il ministro della Giustizia, Paola Severino, dovrà dare una risposta "prima del prossimo Consiglio dei ministri". Nella riunione di ieri tra il guardasigilli e i tecnici della giustizia di Pd, Pdl e Udc, Andrea Orlando, Enrico Costa e Roberto Rao, è saltata l’intesa che era stata raggiunta sul provvedimento una settimana fa. Il ministro aveva detto che l’ipotesi di superare la ‘regola del tre’ (cioé quella che prevede non più di tre tribunali in un distretto di Corte d’Appello) non poteva avvenire attraverso un emendamento da presentare ad un decreto legislativo. La Camera, aveva spiegato la Severino, le aveva fatto sapere che sarebbe stato a rischio di inammissibilità. Quindi aveva dichiarato di essere pronta a ripartire dal testo così com’era stato messo a punto dal dipartimento diretto da Luigi Birritteri.

Moltissimi deputati, di tutti gli schieramenti, hanno già annunciato battaglia contro eventuali tagli agli uffici giudiziari dei rispettivi collegi. Gli avvocati, che hanno proclamato uno sciopero per il 5 luglio prossimo, chiedono al governo di sospendere la decisione e riaprire il dialogo. E mentre si moltiplicano le interrogazioni parlamentari alla Severino, contro la soppressione dei Tribunali dei minori stanno protestando anche sindaci e presidenti di Regioni. Proprio ieri lo hanno fatto davanti al ministero della Giustizia 500 abitanti di Castrovillari, minacciando di restituire le schede elettorali.

Lascia un Commento