ROMA – Celebrata per salernitani la prima Messa nella Cappella che ospita la tomba di Papa Wojtyla

E’ stata celebrata per una comunità proveniente dalla provincia di Salerno, ieri mattina a San Pietro, la prima messa per fedeli di lingua italiana nella Cappella di San Sebastiano che, dopo la beatificazione, ospita la tomba di Giovanni Paolo II. La cerimonia è stata officiata dal nunzio apostolico Pier Giacomo de Nicolò e vi ha partecipato una cinquantina di uomini, donne e bambini della parrocchia di San Bartolomeo di Penta a Fisciano e Santa Maria delle Grazie di Orignano a Baronissi. La funzione religiosa è stata concelebrata dal parroco di Penta e Orignano, don Antonio Pisani, che ha festeggiato proprio ieri i 15 anni di sacerdozio, e da don Antonio Marrese della prelatura di Pompei. Dopo la messa i parrocchiani di Penta e Orignano hanno partecipato all’udienza generale di papa Benedetto XVI che si è svolta sul sagrato della Basilica di San Pietro. E tra i doni che hanno portato al Pontefice, il più curioso è senz’altro un cesto pieno di spaghetti fatti in casa.

Lascia un Commento