ROMA – Approvato emendamento che blocca l’incompatibilità tra le cariche. De Luca resta sindaco

Le commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera hanno approvato, con voto bipartisan, un emendamento che sospende la condizione di incompatibilità tra le cariche di parlamentare e di sindaco di un comune con più di 5.000 abitanti sino alle prossime elezioni amministrative. 
La norma sull’incompatibilità è entrata in vigore in occasione delle ultime elezioni politiche. L’emendamento, presentato da Ignazio Abrignani del Pdl, Martina Nardi di Sel e Nico Stumpo del Pd, stabilisce invece che l’incompatibilità avrà efficacia solo con le prossime elezioni comunali. Ciò sostanzialmente significa che i sindaci che sono stati eletti in Parlamento o hanno avuto un incarico ministeriale, cone nel caso del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca (nella foto) di concludere il loro mandato da primo cittadino.

Lascia un Commento