Rofrano, sindaco Cammarano condannato per pedopornografia. “Sono innocente”. L’intervista esclusiva

“Sono innocente I file pedopornografici erano zippati. Mai stati aperti prima della mattina in cui la Finanza ha fatto irruzione nel mio ufficio”

Sono le dichiarazioni di Nicola Cammarano, sindaco di Rofrano, a processo per la detenzione di materiale pedopornografico, condannato ad un anno con ammenda di 2mila euro. La sentenza del Tribunale di Vallo della Lucania è arrivata nella giornata di ieri. I fatti risalgono al febbraio 2015 quando la Guardia di Finanza, dopo alcuni controlli nello studio da commercialista del sindaco, allargati poi alla sua abitazione, arrestò Cammarano con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico. Su un computer a lui in uso, all’interno del suo studio, vennero ritrovati file compromettenti riguardanti minori. Il processo iniziò nell’aprile 2016 ma Cammarano si è sempre professato innocente.

“Sentenza ingiusta”, sono le prime parole di commento di Nicola Cammarano, che oggi ha rilasciato un’intervista a Radio Alfa con Lorenzo Peluso e Antonella D’Alto

Riascoltala qui

Cammarano processo

Lascia un Commento