Rofrano (SA) – Perseguitava l’ex, arrestato un operaio di 54 anni

Non si era rassegnato alla fine della relazione sentimentale e da oltre un anno aveva cominciato a perseguitare la sua ex. Stamattina a Rofrano, piccolo centro nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, i carabinieri hanno arrestato un operaio 54enne del posto accusato di atti persecutori. Un amore folle, cieco, irrazionale, tanto da diventare ormai una malattia che aveva portato l’uomo, prima con telefonate e messaggi, poi con pedinamenti, appostamenti e minacce, a perseguitare una 47enne di Montano Antilia, con la quale aveva avuto, in passato, una relazione sentimentale. Il legame era terminato ma l’uomo non si era rassegnato e da un anno aveva assunto un atteggiamento ossessivo, opprimente e minaccioso facendosi trovare sotto casa, sul posto di lavoro della donna, in mezzo alla strada. Il 54enne tempestava la sua ex di messaggi, squilli, telefonate, regali ma anche minacce a tutte le ore e in tutti i giorni fino a quando la 47enne non ha deciso di raccontare tutto ai Carabinieri che hanno avviato le indagini. Al momento dell’arresto, l’operaio si è “giustificato”, proclamandosi … un uomo innamorato!

Lascia un Commento