Rocco Acocella scomparso nei Caraibi, nuovo appello da Salerno della sorella Elisabetta. Ascolta

Sono trascorsi esattamente 2 mesi dalla scomparsa dello skipper e biologo marino di Salerno, Rocco Acocella, mentre era in navigazione con il suo trimarano nel Mar dei Caraibi. Il trentenne, nipote del filosofo Giuseppe Acocella, guida turistica per un noto tour operator internazionale, era salpato da Saint Martin, nelle Antille francesi, lo scorso 17 giugno.

Sarebbe dovuto arrivare nel porto colombiano di Barranquilla tra il 28 e il 29 giugno e raggiungere poi l’Ecuador in aereo, per fare da guida a un gruppo di turisti. 

Il 23 giugno ha lanciato dalla sua imbarcazione, mentre navigava in solitaria, un messaggio di Sos che è stato intercettato dalle autorità locali. Sono scattate anche le ricerche con dei sorvoli dell’area interessata, senza esito. 

Le ricerche ora sono state estese anche alla terraferma in una vasta e difficile area dell’America Centrale. Finora, di Rocco, però, nessuna notizia. I familiari a Salerno sono molto preoccupati e lanciano un nuovo appello. Chiedendo maggiore sostegno alle autorità italiane, in primis alla Farnesina. 

A Radio Alfa questa mattina è stata nostra ospite la sorella, Elisabetta Acocella, con cui abbiamo ricostruito l’intera vicenda e rinnovando l’appello ai soccorritori e alle autorità competenti.

Ascolta
Elisabetta Acocella su scompara fratello skipper Rocco

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento