Roccadaspide, vicenda ospedale. Ricorso al TAR ancora pendente

Il giudizio è tuttora pendente. Il ricorso proposto dal Comune di Roccadaspide contro il decreto commissariale che addensava nubi sul futuro dell’ospedale di Rocca, non è stato cancellato. La notizia apparsa su alcuni social, dunque è falsa. 

Lo specifica la stessa amministrazione. All’udienza ultima del 20 dicembre, su richiesta congiunta di tutte le parti costituite è stato richiesto al Presidente del collegio di rinviare la trattazione del ricorso in attesa della pubblicazione del nuovo piano ospedaliero che rimodula e modifica complessivamente la iniziale classificazione e organizzazione prevista dall’ex commissario straordinario Joseph Polimeni con il decreto impugnato.

La cancellazione della causa dal ruolo sta a significare semplicemente che è cancellata l’udienza di discussione.

Ciò non significa che il giudizio sia estinto, come qualcuno ha sostenuto, ma semplicemente che il ricorso è pendente e può essere sempre trattato entro il termine di sei mesi. 

“Si tratta, dichiara il Sindaco di Roccadaspide Gabriele Iuliano, dell’ennesimo atto di sciacallaggio in cui uno sparuto numero di pseudo attivisti si sta esercitando ormai da oltre un anno e mezzo, con la diffusione di notizie false e menzognere, che hanno avuto come unico effetto quello di rendere estremamente complicata la delicata battaglia per la difesa del nostro nosocomio”.

Il sindaco ribadisce che l’ospedale di Roccadaspide è stato salvato, e a giorni sarà pubblicato sul Burc Campania il nuovo decreto commissariale di riorganizzazione della rete ospedaliera, che prevede per l’ospedale di Roccadaspide la collocazione nella rete dell’emergenza con pronto soccorso e una riorganizzazione dei servizi e delle attività sanitarie adeguata e funzionale, in grado di garantire a tutto il territorio di riferimento una risposta sanitaria efficiente ed ottimale.

Lascia un Commento