Roccadaspide, riapre l’ufficio postale di Fonte

Riapre battenti a partire dal 12 giugno l’ufficio postale di Fonte, località di Roccadaspide dove risiedono circa 1500 abitanti, che hanno subito grossi disagi per la chiusura dello sportello.

Chiusura risalente allo scorso 4 aprile, quando fu ritrovata della polvere sospetta in due plichi indirizzati ad altrettanti istituti di credito locali. Poste Italiane per precauzione decise di chiudere lo sportello, provocando disagi per i cittadini, costretti a spostarsi al capoluogo, lontano oltre dieci chilometri, oppure a Capaccio, e generando un diffuso malcontento, al quale l’amministrazione comunale ha cercato di dare soluzione.

Più volte, infatti, il sindaco Gabriele Iuliano ha  sollecitato l’apertura, scrivendo ai vertici di Poste Italiane e informando anche la Procura del disservizio. Tanto più che, dopo diverse settimane, erano state ottenute rassicurazioni, sebbene informali, sul superamento del problema che aveva causato il blocco. Poi la soluzione al problema: la responsabile delle filiali di Poste Italiane ha scritto al sindaco informandolo che la sostanza in questione è stata analizzata dai Ris, e in attesa dei risultati, è stato necessario sospendere l’attività dell’Ufficio per motivi di sicurezza. Lo scorso 5 giugno i carabinieri di Agropoli hanno notificato il risultato degli esami sulla sostanza, che è risultata essere priva di componenti nocivi. Quindi Poste italiane ha disposto la riapertura dell’ufficio dal 12 giugno.

Lascia un Commento