Roccadaspide, questa mattina il ricordo dell’agente Mario De Marco vittima dell’attentato delle BR del 1982

A pochi giorni dalla cerimonia organizzata a Salerno per commemorare le vittime della Strage di Salerno, avvenuta il 26 agosto 1982 per mano delle Brigate Rosse, e costata la vita All’agente Scelto della Polizia di Stato Mario De Marco, all’agente della Polizia di Stato Antonio Bandiera e al Caporale dell’Esercito Italiano Antonio Palumbo, come di consueto l’amministrazione comunale di Roccadaspide ha organizzato una commemorazione in ricordo dell’agente scelto Mario De Marco, che morì pochi giorni dopo l’attentato, il 30 agosto 1982.

De Marco era originario di Roccadaspide, quindi viene ricordato ogni anno dall’amministrazione e dalla comunità con una cerimonia che è l’occasione per ricordare i valori a cui si ispirò nel corso della sua purtroppo breve carriera e il coraggio che contraddistinse il suo operato.

Alla cerimonia, a cui hanno partecipato, tra gli altri, il Questore di Salerno, Maurizio Ficarra, e la vedova De Marco, ha fatto seguito un corteo dalla chiesa fino in Piazza De Marco, intitolata all’agente, dove è stata deposta una corona in sua memoria. L’agente Mario De Marco entrato in Polizia nel 1970, dopo aver frequentato la Scuola Allievi di Alessandria, prestò servizio presso la Scuola Sottufficiali di Nettuno, presso la Scuola Tecnica di Polizia di Roma, al Reparto Autonomo Ministero dell’Interno e, infine, presso la Questura di Salerno. Il 15 dicembre 1988 è stato insignito della medaglia d’argento al Valor Civile “alla memoria”.

Lascia un Commento