Roccadaspide, lettera di encomio di una paziente dell’ospedale

L’ospedale di Roccadaspide continua a lavorare con successo, pur tra le mille e ben note difficoltà comuni anche ad altri ospedali salernitani, e nonostante non sempre sia nell’occhio del ciclone mediatico.

E i riconoscimenti arrivano sempre.

E spesso arrivano proprio da chi vive direttamente la dimensione ospedaliera: i pazienti.

E’ il caso di una donna la cui madre è stata ricoverata presso il reparto di Cardiologia, diretto dal primario, professore Raffaele Rotunno, la cui fama ha ormai da tempo varcato i confini locali e regionali, ma che comunque ogni giorno è lì, al suo posto, a garantire assistenza medica ai pazienti. Un’assistenza impeccabile, a giudicare dalla lettera della signora, la cui madre era affetta da aritmia atriale che “avrebbe potuto avere effetti devastanti – scrive la signora nella lettera al primario – senza il suo tempestivo intervento, la collaborazione del personale paramedico e del medico di base”.

“Desidero perciò esprimere la mia gratitudine e il mio apprezzamento per quanto lei ha fatto unitamente al suo staff.

E poi delle parole ancora più toccanti: “Non pensi di avere fatto solo il suo lavoro” perché “oltre al protocollo” ha seguito la regola dell’amore per il proprio lavoro, la dedizione, la tenacia, il buon senso e una grande carica di umanità“.

Per la signora “se ci fosse una specie di trip advisor anche per gli ospedali e per i medici al suo reparto darei 10 e lode

Lascia un Commento