Roccadaspide, consiglio comunale sulla vicenda dell’ospedale

Il sindaco e i consiglieri di maggioranza del Comune di Roccadaspide non parteciperanno ad eventuali manifestazioni di protesta contro la chiusura dell’ospedale. Lo ha precisato il primo cittadino Gabriele Iuliano, in occasione del Consiglio comunale convocato ieri sera per discutere, tra i vari punti all’ordine del giorno, della questione relativa all’ospedale, condannato al declassamento. Iuliano ha ricordato che, per salvaguardare l’ospedale, oltre ad una battaglia che si sta combattendo attraverso vie giudiziarie, è in corso un tentativo di mediazione politica con il governatore Vincenzo De Luca, affinché ascolti le esigenze della popolazione e degli amministratori del posto e prenda decisioni utili a garantire ai cittadini della zona il diritto alla salute.

“Per questa ragione – ha chiarito il primo cittadino – una manifestazione popolare, che fosse organizzata senza il coinvolgimento di tutte le forze sociali, rischierebbe di rovinare quel tentativo di mediazione in atto, e, in caso di un fallimento della stessa, dovuto alla possibile scarsa partecipazione della popolazione, potrebbe rappresentare un fallimento e quindi una perdita di credibilità agli occhi delle istituzioni”.

Intanto, tuttavia, in una riunione promossa dopo il consiglio comunale dal Comitato civico ‘Salviamo l’ospedale di Roccadaspide e della Valle del Calore’, presso la biblioteca di Roccadaspide, è stato stabilito che la manifestazione che era stata programmata per il 22 ottobre prossimo, è stata rinviata da qualche giorno, come si legge su facebook.

Alla manifestazione avrebbero partecipato i consiglieri di minoranza, i quali, pur prendendo le distanze dalle invettive e dagli attacchi perpetrati ai danni della maggioranza specialmente attraverso i social network, e affermando il proprio appoggio alle iniziative intraprese dal sindaco, avevano confermato la propria presenza alla manifestazione organizzata dal comitato a difesa dell’ospedale, se non fosse stata rinviata.

Lascia un Commento