Rischio sismico, nel Salernitano 612 plessi in aree a rischio

Sono 612 le scuole a Salerno e provincia in zone a rischio sisma. 18 di esse sono in aree a rischio elevato, senza che però siano stati progettati interventi per ridurre il rischio. I dati – riportati oggi dalla Città – sono contenuti nella relazione sul Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, depositata il 10 settembre scorso dalla Corte dei Conti. Il Piano è previsto da una legge statale entrata in vigore nel 2002.

Il documento evidenzia “l’inadeguatezza delle risorse finanziarie disponibili in relazione al fabbisogno stimato e all’urgenza degli interventi affermata dal legislatore”.

Tra gli edifici censiti in provincia di Salerno, 114 sono collocati in una zona a bassa pericolosità, e la progettazione antisismica si rileva soltanto in un caso. La fascia più numerosa riguarda l’area di rischio medio alta, dove sono collocate 480 scuole. Di questi solo in 33 plessi ci sono progetti di adeguamento.

Per quel che riguarda le colpe nei ritardi a realizzare gli interventi la Corte dei Conti rileva che a distanza di oltre 15 anni dalla legge 289/2002, a fronte di 2.645 interventi complessivamente programmati ne risultano avviati 1.945. Gli interventi ultimati sono 1.617 su 2.651 previsti, pari al 61%.

Lascia un Commento