Ripristinate dalla Asl le rianimative a Capaccio Paestum e ad Agropoli

La Asl di Salerno ha deciso di ripristinare le tre unità rianimative sul territorio cilentano soppresse con la revoca della convenzione alla Croce Azzurra dopo il caso delle ambulanze sfilate in corteo per festeggiare la vittoria di Franco Alfieri a sindaco di Capaccio Paestum il 9 giugno.

Ora, per un mese, è stata convenzionata l’Associazione di volontariato S.O.S. Soccorso di Agropoli che garantirà il presidio fino al 6 settembre, con una seconda rianimativa, alla postazione di Licinella a Capaccio Paestum già attiva dalle 8 di stamattina e all’ospedale di Agropoli da lunedì 12 agosto.

Soltanto a Capaccio infatti ne era stata ripristinata una.

L’unità rianimativa della Croce Bianca, che era stata dislocata proprio ad Agropoli, è già tornata nella sua postazione di Salerno città.

La decisione dell’Asl salernitana di riattivare le due rianimative scaturisce dalla necessità di garantire un’estate più sicura per residenti e turisti ma anche per le criticità emerse nel garantire l’efficienza del servizio di emergenza territoriale dopo l’interruzione delle convenzioni con la Croce Azzurra onlus.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento