Rigopiano, tre anni fa la tragedia con 29 vittime. Parla Alessio Feniello il padre di Stefano

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Tre anni fa, il 18 gennaio del 2017, una slavina travolse e fece crollare l’hotel Rigopiano di Farindola, in provincia di Pescara, in Abruzzo, intrappolando vive 40 persone tra clienti e dipendenti del resort. Fu tragico il bilancio: 11 i sopravvissuti e 29 i morti, tra cui il 28enne di Valva, nel salernitano, Stefano Feniello.

Oggi, a tre anni dal quel terribile evento, che ha visto decine di indagati in due filoni d’inchiesta condotti dalla Procura della Repubblica di Pescara e che vede coinvolti uomini delle Istituzioni, politici, funzionari pubblici e forze dell’ordine, l’Abruzzo ricorda le 29 vittime con una cerimonia religiosa e civile dalle prime ore di questa mattina, ai piedi del Gran Sasso.  

Hanno raggiunto il luogo della tragedia anche Alessio Feniello e Maria Perilli, i genitori di Stefano che lunedì, insieme ad amici e parenti, ricorderanno il giovane presso la chiesa di San Giacomo Apostolo a Valva alle ore 18. 

La nostra Mariateresa Conte ha intervistato per Radio Alfa, Alessio Feniello con cui ha fatto il punto delle indagini relative all’inchiesta su Rigopiano e ai presunti depistaggi sui quali indaga la Procura.

Ascolta

Alessio Feniello a 3 anni da Rigopiano

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Una risposta

  1. Elvira Pettazzoni 18/01/2020

Lascia un Commento