Riforma credito cooperativo. A Leno (BS) anche Michele Albanese. Leggi le sue dichiarazioni QUI

C’erano anche i vertici della Banca Monte Pruno a Leno, in provincia di Brescia, dove si è svolto un importante convegno nazionale sul futuro del Credito Cooperativo in Italia e in Europa, organizzato dalla Cassa Padana.

Alla presenza del presidente Jean Louis Bancel, uno dei rappresentanti più illustri della cooperazione a livello internazionale e del direttore relazioni internazionali Cyrille Langerdoff, è stato fatto il punto su quella che è una fase decisiva per le sorti del credito cooperativo alle prese con una riforma che potrebbe minare i fondamenti delle Bcc.

Durante il dibattito ha preso la parola anche il direttore generale della Banca Monte Pruno, Michele Albanese, il quale, riscuotendo grandi apprezzamenti, ha invitato tutti a difendere i valori unici delle banche di credito cooperativo.

Il direttore Albanese ha definito questa tappa "La Battaglia di Leno".

Abbiamo avuto la concreta dimostrazione di non essere soli, anzi – ha spiegato Albanese – di essere in tanti a credere che questa riforma uccide secoli di storia a favore di chi cerca di mantenere posizioni di potere senza aver alcun riconoscimento e legittimità

Per Michele Albanese, devono essere le stesse BCC a scrivere e condividere nuove regole partendo proprio da chi ha dimostrato nel tempo di essere un'eccellenza e, soprattutto, un punto di riferimento per il territorio, non da chi ha subito procedimenti sanzionatori dall'Organo di Vigilanza. 

Lascia un Commento