Rifiuti speciali stoccati illecitamente, sequestrato stabilimento industriale nel Cilento

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

L’Ufficio Circondariale marittimo di Palinuro ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro del GIP del Tribunale di Vallo della Lucania di uno stabilimento adibito a frantumazione inerti e gestione rifiuti.

Accertata una serie di illeciti in campo ambientale legati al ciclo dei rifiuti e all’inquinamento delle matrici ambientali.

La ditta che effettuava l’attività di frantumazione inerti, di raccolta e recupero rifiuti era, in realtà autorizzata solamente a ricevere i rifiuti provenienti dall’attività di demolizione, costruzione e scavi ed era, quindi, priva di qualsiasi autorizzazione da parte della competente Provincia di Salerno e della Regione Campania. Inoltre la ditta ometteva di assicurare che i rifiuti stessi fossero recuperati senza pericolo per la salute dell’uomo e senza usare procedimenti o metodi che potessero recare pregiudizio all’ambiente con il rischio di contaminare il nudo terreno e l’adiacente fiume Mingardo.

Sottoposto a sequestro circa 24.000 metri quadri di struttura, stimata la presenza di circa centomila metri cubi di rifiuti speciali e non, anch’essi posti sotto sequestro. Il titolare ed i soci della ditta sono stati denunciati per l’ipotesi di reato di concorso di violazioni ai sensi del testo unico ambientale.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento