Rifiuti, riunione in Regione. Adottate misure contro il fermo del termovalorizzatore di Acerra

Si è svolta ieri in Regione una riunione sulle misure da approntare in vista della temporanea chiusura del termovalorizzatore di Acerra nel prossimo mese di settembre.

Alla riunione convocata dal vice presidente della Regione ed assessore all’Ambiente Fulvio Bonavitacola hanno partecipato i rappresentanti delle province della Campania, delle società provinciali e degli Enti d’Ambito operanti in ambito regionale.

Sulla base delle gare già espletate ed in corso di aggiudicazione, dalle società provinciali, dalla società A2A e dalla Regione Campania si è accertato che l’ammontare delle evacuazioni di rifiuti previste in ambito extraregionale è ben superiore alle 75mila tonnellate. Anche il fabbisogno di stoccaggio temporaneo risulta fronteggiato con adeguate previsioni di ottimizzazione delle capacità degli Stir e di aree al loro servizio, con riferimento alle province di Avellino, Caserta e Salerno. 

Al termine della riunione è stato dato mandato al vice presidente della Regione Bonavitacola di sollecitare la società A2a, primario partner industriale e gestore del termovalorizzatore, a un impegno straordinario per collaborare a superare la fase del fermo di settembre.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento