RIFIUTI – Inchiesta Noe, scarcerate le nove persone arrestate

Una sola notte di cella per le nove persone arrestate nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri del Noe di Salerno su un presunto traffico illecito di rifiuti speciali non pericolosi tra Campania e Puglia coordinata dalla procura della Repubblica di Napoli. Da ieri sera sono tornati in libertà il direttore generale de La Doria, Ferraioli, i direttori degli stabilimenti di Angri, Sarno e Fisciano ed il direttore di un ramo d’azienda della stessa ditta operante nel settore della trasformazione dei pomodori mentre i due responsabili del laboratorio di analisi di via San Leonardo a Salerno per ora sono ai domiciliari. La linea difensiva punta a dimostrare che in realtà il fango misto a residui di pomodoro non era e, non è altro che terriccio che va smaltito nelle cave e non come sostengono gli inquirenti nei siti di compostaggio dei rifiuti.

Lascia un Commento