RIFIUTI – In Campania l’autosufficienza solo tra 36 mesi

Il cammino per rendere la Campania completamente autonoma nel processo dello smaltimento dei rifiuti è ancora lungo. La regione, che produce circa 7200 tonnellate di spazzatura al giorno, ha bisogno di altri due termovalorizzatori oltre a raggiunge più alte percentuali di raccolta differenziata. Per realizzare i due impianti però, come ha più volte ricordato il presidente della Giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro, occorrono dai 24 ai 36 mesi. Il primo dovrà sorgere alla periferia di Napoli, il secondo a Salerno. Ma non solo. Servono dai 12 ai 16 mesi per costruire quegli impianti intermedi – come i centri di compostaggio – dove sarà possibile lavorare parte della spazzatura, evitando così di doverla trasferire fuori regione con costi aggiuntivi non modesti. Strutture indispensabili per il trattamento della frazione organica e quindi per incrementare anche la percentuale di differenziata.

Lascia un Commento