Rifiuti in Campania, la provocazione di Salvini “un termovalorizzatore per ogni provincia”

In Campania ci vorrebbe un termovalorizzatore per ogni provincia. Lo ha detto ieri il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo aver preso parte al comitato per l’ordine pubblico a Napoli. Secondo Salvini, si rischia il disastro ambientale. Ma gli rispondono a stretto giro

Luigi Di Maio che dice: “gli inceneritori non c’entrano una ceppa”. E il ministro dell’Ambiente Costa aggiunge: “Salvini provocatorio, il termovalorizzatore è il fallimento del ciclo rifiuti”.

Sostiene invece le ragioni del ministro Salvini l’ex assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano: “Le preoccupazioni di Matteo Salvini sono le nostre. In Campania è alle porte una nuova e drammatica crisi rifiuti soprattutto per l’immobilismo di questi ultimi anni” dice l’ex assessore regionale Giovanni Romano secondo il quale Salvini ha assunto una posizione coraggiosa anche sui termovalorizzatori. Poi Romano spiega che con la Giunta regionale Caldoro si era immaginato di destinare quello di Giugliano alle ecoballe per poi portarlo a chiusura e due impianti per il ciclo ordinario, a Napoli Est ed a Salerno.

Lascia un Commento