Rifiuti in Campania, la gestione al vaglio del Consiglio d’Europa

Saranno valutate questa settimana dal Consiglio d’Europa le misure adottate dalle autorità italiane per assicurare una buona gestione dei rifiuti in Campania, e per garantire che i cittadini possano rivalersi contro lo Stato se i servizi sono carenti.

Il comitato dei ministri del Consiglio d’Europa deve assicurarsi che l’Italia abbia fatto tutto il necessario per impedire il ripetersi di situazioni di ‘crisi’ dei servizi di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti come quella avvenuta a Somma Vesuviana tra la fine del 2007 e il maggio del 2008, per cui la Corte di Strasburgo condannò l’Italia nel 2012.

I togati di Strasburgo sancirono che l’Italia aveva violato il diritto al rispetto della vita privata e del proprio domicilio di 18 cittadini che abitavano e lavoravano nel comune campano, a causa “dell’incapacità protratta delle autorità ad assicurare un corretto funzionamento del servizio di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento