RIFIUTI – Caldoro: non c’è più tempo

Il presidente della Campania Stefano Caldoro non esclude di chiedere lo stato di emergenza sui rifiuti e auspica ancora un intervento legislativo del governo dopo lo stop di ieri in Consiglio dei ministri. Secondo Caldoro, è un provvedimento che andava fatto quindici giorni fa e ogni giorno che passa è un giorno perso.
La soluzione della richiesta dello stato di emergenza è dietro l’angolo. Per il governatore la via da seguire è sollecitare i sindaci a fare intese istituzionali se non sono in grado di essere autonomi. “La Regione – afferma Caldoro – tutto quello che poteva fare lo ha fatto, ma ora sta agli enti locali che hanno competenza esclusiva sull’impiantistica realizzare nei loro piani il ciclo autonomo come ha fatto il sindaco rosso-verde di Barcellona, dove c’era un situazione tipo Napoli, che ha fatto un accordo che prevede il termovalorizzatore in città, le discariche nei comuni previo ristoro ambientale, e gli impianti intermedi scelti su altri territori”.

Lascia un Commento