Richiesta Dop per la colatura di alici di Cetara, per Coldiretti “traguardo straordinario”

“Un traguardo di straordinaria importanza che esalta il lavoro di tanti produttori che hanno imboccato la strada della qualità per valorizzare uno dei pezzi forti della filiera ittica salernitana”.

Così Vito Busillo, presidente di Coldiretti Salerno, intervenuto a margine della riunione di pubblico accertamento ieri per la richiesta di registrazione della denominazione Dop per la “Colatura di Alici di Cetara”.

Secondo Busillo, una nuova Dop per il territorio si traduce in una crescita dell’intero sistema economico provinciale. Il presidente della Coldiretti ha poi ricordato l’impegno della Confederazione per il comparto della pesca: dopo il Miglio zero al Masuccio Salerno e il concreto sostegno a progetti di rinnovamento della flotta peschereccia, la dop per la Colatura di Alici – spiega Busillo – è un nuovo tassello nel mosaico di interventi per il rilancio del settore ittico che è strategico per l’economia locale. La provincia di Salerno è leader in Campania per numero di prodotti DOP – IGP.

Nell’audizione di ieri, con la lettura del disciplinare di produzione, è stato concluso l’iter “italiano” verso l’ottenimento del marchio Dop. Adesso il percorso prevede la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per trenta giorni e poi la “pratica” sarà nelle mani della commissione Europea per l’ultima parte della trafila che, salvo intoppi, entro un anno dovrebbe concludere un sogno cominciato tre anni fa.

Lascia un Commento