Riaprono temporaneamente le Fonderie Pisano per nuovi accertamenti

La Procura riapre, temporaneamente le Fonderie Pisano di Salerno.

L'Arpac, l’agenzia regionale per la protezione ambientale, dovrà eseguire nuovi accertamenti sugli impianti e verificare se le criticità che hanno portato al sequestro della fabbrica di Fratte possano considerarsi risolte.

L’apertura a tempo servirà all'azienda non solo per provare a dimostrare di aver eliminato i fattori di inquinamento, ma anche per soddisfare alcune commesse e limitare così il danno economico del sequestro giudiziario.

Il provvedimento, con cui i magistrati hanno accolto la richiesta dell’azienda, sarà notificato nelle prossime ore al custode giudiziario. Ed è probabile che l'impianto sia riattivato da lunedì.

Lascia un Commento