Respinta la richiesta del Palermo, respinto il ricorso del Foggia. La Salernitana resta in B

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Respinta la richiesta di sospensiva del playoff avanzata dal Palermo, respinto anche il ricorso del Foggia che chiedeva una rivisitazione della penalizzazione che lo condanna alla serie C.

Le decisioni di ieri del Collegio di Garanzia congelano la situazione in serie B. Respinta la richiesta dei rosanero, ieri sera si è potuta giocare la prima gara dei playoff tra Spezia e Cittadella. Va in semifinale contro il Benevento il Cittadella che ha battuto i padroni di casa per 2-1.

Resta il caos sulla questione dei playout annullati dal consiglio direttivo della Lega di B. In virtù del blocco del campionato a 19 squadre, forte di una prima sentenza che rimandava la decisione alla Corte d’appello della Figc, ieri il Foggia sperava di vedersi restituire almeno un punto utile a scavalcare in classifica la Salernitana e salvarsi dopo la decisione sub judice di bloccare i playout. Il Collegio di Garanzia del Coni ha però respinto la richiesta. A oggi, dunque, resta salva la Salernitana, che non a caso era presente ieri al dibattimento come terza parte interessata anche se successivamente il Collegio ha dichiarato inammissibile l’intervento del suo legale. La Salernitana ora dovrà attendere un’altra sentenza, sempre del Collegio di Garanzia che il 23 maggio si riunirà per decidere se dare il via o meno alla disputa dei playout.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento