Report istituti di pena campani, durante l’emergenza covid 920 detenuti hanno lasciato le carceri

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Nelle carceri campane si è passati da 7468 detenuti di febbraio, prima dell’emergenza covid, ai 6404 di oggi. Quindi in 920 sono usciti per diverse motivazioni o perché sono in attesa di essere giudicati o sono in detenzione domiciliare.

Il dato è stato illustrato oggi a Napoli in occasione della presentazione del report sullo stato degli istituti di pena regionali.

Per Samuele Ciambriello, garante dei detenuti della Regione Campania, il problema principale resta il sovraffollamento delle carceri campane. Mancano anche figure sociali importanti per le donne madri e figli al seguito.

 

Mancano gli psicologi, gli psichiatri e gli educatori.

I detenuti seguiti dal Dipartimento di salute mentale nella maggior parte dei casi sono stati denunciati dai genitori per comportamenti violenti. Così come sono quasi il 10% i detenuti tossicodipendenti anche in questo caso denunciati dai genitori.

Ciambriello ha evidenziato che in Campania, da inizio anno, ci sono stati 9 suicidi di cui 3 in isolamento sanitario.

In merito alla presenza dei cellulari nelle celle, Ciambriello ha ricordato che i detenuti ne vengono trovati in possesso, vengono messi in isolamento per una settimana o 15 giorni. Per il problema della droga che entra illecitamente nelle carceri, Ciambriello ha ricordato che in campania 14 detenuti sono morti con la stessa diagnosi di overdose da metadone.

Altro dato sottolineato da Ciambriello è che in carcere finiscono anche gli innocenti. Lo scorso anno, a Napoli e provincia 159 cittadini sono finiti in carcere da innocenti, ricevendo 4milioni di euro per ingiusta detenzione”. “Negli ultimi 15 anni – ha aggiunto – in Italia sono 28mila i cittadini che hanno ricevuto un risarcimento per ingiusta detenzione”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp