Regione Campania, conferenza di fine anno per il governatore De Luca. Il focus

Conferenza di fine anno oggi per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che si è soffermato su diverse questioni. Ha ricordato tre atti fondamentali del 2018: l’approvazione del piano ospedaliero dopo un decennio, la certificazione dei fondi europei e l’avvio del Piano per il lavoro.

Ha poi ricordato di aver raggiunto l’obiettivo per i fondi strutturali certificando 651 milioni di euro di risorse immesse nell’economia della Regione.

Il governatore ha anche sottolineato che per il 2019 sarà varato un piano di investimenti in opere pubbliche da 2,4 miliardi di euro.

Per il presidente inoltre il 2019 sarà l’anno del piano per il lavoro poiché tra marzo e aprile partirà il concorso per selezionare 10.000 ragazzi e ragazze che andranno a fare formazione nei quasi 300 Comuni che hanno aderito. La Regione pagherà mille euro al mese per il primo anno e alla fine saranno tutti stabilizzati. Il provvedimento è una vera e propria “lotta all’emigrazione di giovani che se ne vanno dal Sud” così ha affermato il governatore campano che ha anche sottolineato l’impegno della Regione per “il sostegno alle società in house Sma e Cas per le quali  – ha detto – potevamo portare i libri in tribunale e invece abbiamo cercato un percorso lavorativo stabile per 1500 lavoratori”.

De Luca ha poi attaccato il Governo che – ha detto ancora – sta varando misure teoricamente mortali per il sud. La Campania vuole essere protagonista di questo programma di autonomia spinta, chiederemo di essere associati alla trattativa con il Veneto e la Lombardia già dalla prossima settimana” così il governatore che ha poi ricordato come il 70% dei consumi dell’Italia meridionale vada a vantaggio delle imprese del nord.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento