Referendum, Renzi fa autocritica “abbiamo perso al Sud perchè ci siamo affidati ai notabilati”

Analizza la sconfitta al sud facendo autocritica l’ex premier e segretario nazionale del Partito democratico, Matteo Renzi, all'assemblea nazionale di Roma. 

“Il nostro approccio non è stato disinteresse ma abbiamo pensato fosse sufficiente una politica di investimenti senza pensare a un coinvolgimento vero. Ci siamo stati ma abbiamo avuto un approccio troppo centrato sul notabilato e non sulle forze vive della comunità del Sud”, così Renzi spiegando che “aver messo tutte quelle risorse senza essere riusciti a coinvolgere nel modo giusto le persone, è stato un errore. Il Cipe ci fa ricostruire una strada, il Ponte una speranza”.

In merito alle sorti del Partito poi aggiunge: «Noi non siamo un club di correnti dove ciascuno si costruisce una strategia personale. Non torneremo ai caminetti, non con me almeno».

Lascia un Commento