Reddito di Cittadinanza, 86 ‘furbetti’ scoperti dai Carabinieri a Salerno e provincia

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

I furbetti del Reddito di Cittadinanza scoperti nei primi sei mesi dell’anno a Salerno e provincia sono 86. Il dato è stato fornito dal Comando provinciale dei Carabinieri di Salerno che durante questi mesi, compreso l’intero periodo di lockdown dovuto al Covid–19, ha svolto un’indagine sulla verifica dei requisiti necessari per la concessione del Reddito di cittadinanza, controllando a campione oltre 2mila cittadini: 86 non ne avevano diritto. 

In particolare, attraverso l’esame incrociato dei dati documentali e delle informazioni acquisite nel corso di specifici servizi di controllo del territorio con quelli forniti dai Comuni di residenza, sono state accertate numerose irregolarità nelle procedure di dichiarazione del possesso dei requisiti.

 

Tra le principali anomalie quelle riferite a soggetti destinatari di misura cautelare personale; condannati con sentenza definitiva per reati per i quali è prevista la decadenza del reddito; detenuti e ricoverati in strutture a carico dello Stato; cittadini stranieri sprovvisti dei requisiti.

Numerose sono state anche le false attestazioni sulla reale residenza: persone che l’hanno indicata in un Comune diverso, allo scopo di omettere all’interno della prevista dichiarazione che i familiari percepivano altro Reddito. In un caso un giovane aveva indicato la residenza presso una “pescheria”. 

Il Reddito di cittadinanza, tra gli altri, è stato interrotto ad un detenuto ma anche a soggetti appartenenti alla criminalità organizzata: in un caso è stato infatti accertato che destinatario del reddito di cittadinanza è risultato essere un uomo condannato per “associazione di tipo mafioso”, nella Piana del Sele, già sottoposto a “libertà vigilata”. 

Sono state riscontrate irregolarità anche nei confronti di 19 cittadini stranieri che hanno beneficiato del reddito, sebbene non residenti sul territorio nazionale da almeno 10 anni. Tutti e 86 sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e segnalati all’INPS per i provvedimenti del caso. Il danno alle casse dello Stato ammonta a oltre 350mila euro.

Sull’operazione a Radio Alfa è intervenuto il comandante provinciale dell’Arma, Gianluca Trombetti intervistato da Barbara Albero: 

Furbi del Reddito di Cittadinanza col Trombetti

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp