Reddito cittadinanza, protestano i navigator per chiedere di poter iniziare a lavorare

Hanno protestato ieri davanti alla sede della Regione Campania, gli aspiranti Navigator, per chiedere di poter iniziare il loro lavoro: sono gli idonei del concorso per navigator, coloro che dovranno guidare chi percepisce il reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro.

Con loro anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle “perché De Luca non vuole firmare” per stipulare la convenzione con l’Anpal, l’Agenzia nazionale per il lavoro, che permetterà ai vincitori del concorso di iniziare a lavorare.

Il presupposto da cui parte Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, è che così come pensati, i navigator andranno a ingrossare le fila del precariato.

Un concetto ribadito più volte dallo stesso governatore. Il consigliere regionale 5 Stelle, Valeria Ciarambino, invece sostiene che in questo modo De Luca sta bloccando la assunzione di 471 laureati che percepiranno 1.700 euro netti al mese più 300 euro di rimborsi.  

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento