Reddito cittadinanza, due furbetti scoperti a Maratea

Furbetti del Reddito di Cittadinanza scoperti dalla Finanza a Maratea. Due persone sono state denunciate con l’accusa di aver percepito indebitamente il reddito di cittadinanza.

Sono state segnalate entrambe all’Inps, per la revoca immediata del beneficio e il recupero delle somme indebitamente percepite.

Il primo caso scoperto dalla Fiamme Gialle riguarda un operaio che aveva tutti i requisiti previsti dalla legge ma, nel maggio scorso, aveva ottenuto un lavoro da dipendente. Lavorava in una multiproprietà, “in nero” perché privo di contratto. L’amministratore del condominio ha ricevuto una “maxi sanzione”. Approfondendo la posizione dell’operaio, è emerso che a maggio aveva percepito uno stipendio di 1.220 euro e aveva già avuto “due accrediti per reddito di cittadinanza pari a 614 euro relativamente ai mesi di maggio e giugno.

Nel secondo caso, il beneficiario – secondo l’accusa – ha “dimenticato” di segnalare l’avvio all’attività lavorativa di un componente del proprio nucleo familiare.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento