Reato prescritto, 19 imputati prosciolti dal Tribunale di Lagonegro

Sono state prosciolte per prescrizione del reato 19 delle 20 persone imputate dei reati di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento ed all’induzione alla prostituzione. Erano stati colpiti da una serie di misure cautelari esattamente 8 anni fa nell’ambito dell’operazione “Erice” condotta dai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina. Per una sola persona, un 59enne di Sala Consilina, il processo prosegue poichè la sua posizione è stata stralciata.

Nel mese di novembre del 2009, erano finite nei guai 4 persone di Polla, 3 di Sala Consilina, 1 di San Rufo, 1 di Teggiano, 2 della provincia di Potenza, 6 cittadini rumeni e 3 bulgari.

I carabinieri avevano apposto i sigilli a due case d’appuntamento, una in contrada Santa Petronia a Sala Consilina e l’altra a San Pietro al Tanagro nei pressi del cimitero.

In questi giorni il collegio giudicante del Tribunale di Lagonegro ha accolto la richiesta di proscioglimento per intervenuta prescrizione avanzata dal Pubblico Ministero. Dall’inchiesta era emerso che l’organizzazione con la “collaborazione” di alcuni cittadini bulgari e rumeni riusciva a far arrivare nel Vallo di Diano ragazze provenienti dalla Moldavia, dall’Ucraina, dalla Bulgaria e dalla Romania per farle prostituire nelle due case d’appuntamento sequestrate nel Vallo di Diano.

Lascia un Commento