Ravello – Incidente elicottero, meno preoccupanti condizioni ragazzo

Non destano particolari preoccupazioni le condizioni di salute del ragazzo, di 16 anni, rimasto ferito ieri pomeriggio  nell’incidente ad un elicottero, a Ravello, in costiera Amalfitana. Lo ha confermato il direttore sanitario dell'ospedale Cardarelli di Napoli, Franco Paradiso, dove il ragazzo è stato trasferito. Anche il padre, Giorgio Vuilleumier, 56 anni, proprietario di Villa Cimbrone, è stato portato in ospedale, al Ruggi d'Aragona di Salerno, ma solo per accertamenti.

Vuilleumier, pilota esperto, avrebbe dovuto mettere in moto un piccolo elicottero ma qualcosa nella semplice operazione, che non prevedeva però il decollo, non è andata bene e il velivolo si è ribaltato su un lato, con l’elica e il rotore spezzati. L’uomo è scampato al peggio, ma il figlio 16enne, che si trovava ai margini della piazzola di decollo, è stato investito dai pezzi del mezzo. E’ accaduto proprio all’interno della storica Villa Cimbrone. Le schegge dell’elicottero, un “Robinson 44”, hanno raggiunto il figlio dell’imprenditore provocandogli alcune ferite lacero contuse e la frattura ad un braccio. Il padre è rimasto lievemente contuso.

I soccorsi sono stati tempestivi, grazie anche alla presenza nel parco della storica villa di Ravello, di uno zio del giovane che ha immediatamente chiesto l’intervento dei sanitari del servizio 118. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Amalfi, che hanno organizzato in poco tempo il trasferimento del giovane al porto di Maiori, dove si è alzata in volo l’eliambulanza, giunta dall'aeroporto di Pontecagnano-Faiano, che ha raggiunto il polo ospedaliero napoletano. Sull'accaduto la Procura della Repubblica di Salerno ha aperto un fascicolo.

Lascia un Commento