Ravello, cominciato il processo per l’omicidio di Patrizia Attruia avvenuto a marco del 2015

Ha preso il via ieri, in Corte d’Assise, il processo a carico di Vincenza Dipino, la 55enne di Ravello accusata di aver ucciso, un anno fa, Patrizia Attruia, con la complicità del compagno della donna, Giuseppe Lima. Nei confronti di quest’ultimo il gup ha rinviato gli atti al pm, dopo aver respinto la richiesta di rito abbreviato per l’accusa di falsa testimonianza e occultamento di cadavere. L’ipotesi è che la Dipino possa non avere agito da sola. A costituirsi parte civile, nel processo, il padre e la sorella della vittima. Patrizia Attruia, 48enne, abitava a Ravello con il suo compagno ij casa della Dipino ci sui aveva accettato l’ospitalità perché entrambi senza lavoro.
Dalla convivenza tra i tre sarebbero nati i dissidi sfociati poi nel delitto, il cui movente potrebbe essere passionale. Patrizia Attruia fu trovata priva di vita, il 27 marzo dello scorso anno, all’interno di una cassapanca

Lascia un Commento